sapori

Cucina regionale, che passione!

In Sudtirolo, terra di confine, spaghetti e canederli convivono in perfetta armonia.
I canederli: il “Signature Dish”, che salvò la vita ad alcune donne sequestrate.

Bolzano, la porta delle Dolomiti, è una terra di confine, in cui la tradizione germanica si è mescolata a quella italiana e soprattutto ai prodotti locali, di altissima qualità; dalle mele allo speck, dai formaggi ai pesci di torrente... in Alto Adige infatti è possibile assaporare i frutti di usanze culinarie austriache, germaniche e ungheresi. Una pietanza più vicina alla tradizione tedesca e austriaca, ma le cui origini sono da collocare in territorio italiano, sono i canederli. La leggenda narra che un’orda di lanzichenecchi entrò stanca e affamata in una locanda sudtirolese e intimò l’oste di preparare subito da mangiare. Per incoraggiarlo ulteriormente prese in ostaggio moglie e figlie, le quali, sotto sequestro, si misero immediatamente al lavoro. Nacquero così i canederli: una deliziosa quanto povera pietanza a forma di palla, che ha per base del pane raffermo arricchito di spezie, carni o verdure. I soldati si saziarono e furono presi dall’abbiocco: “Queste palle di cannone stenderebbero anche l’uomo più arrabbiato” disse il comandante, e compensò le cuoche con un paio di monete d’oro. A oggi, i canederli sono un amatissimo primo (esiste anche la versione dolce con albicocche, prugne o cioccolato) e costituiscono una parte indispensabile del menu di qualsiasi ristorante. Allo Schneeberg li amiamo agli spinaci (quindi di magro) oppure classici allo speck e in via del tutto eccezionale vi sveliamo la nostra speciale ricetta di “Oma Kruselburger” dal risultato garantito.

Ingredienti per 4 persone:
600g di pane raffermo
200g di speck
1 cipolla finemente tritata
2 cucchiai di burro
4 uova
500ml di latte
4 cucchiai di farina
2 cucchiai di prezzemolo tritato
3 litri di brodo di carne
1 mazzetto di erba cipollina tritato

Preparazione
In una padella fate sciogliere il burro e lasciate imbiondire le cipolle finemente tritate finché non avranno raggiunto la giusta doratura. Tagliate il pane raffermo e lo speck in piccoli cubetti e versate il tutto in una grande ciotola. Aggiungete gli ingredienti rimasti e amalgamate il tutto. Una volta che le cipolle saranno dorate, aggiungetele al composto insieme al burro e amalgamate nuovamente. Lasciate riposare per circa 20 min.

Con le mani bagnate formate i canederli, grandi circa quanto una pallina da tennis e lasciateli scivolare nel brodo; cuocete a fuoco basso per circa 20 min. Servite i canederli nel brodo aggiungendo, infine, un pizzico di erba cipollina.

Altri "sapori"

Werner, il re della notte nello Schneeberg

la combinazione perfetta di confessore e artista

all'offerta

Pizza in montagna

un'esperienza unica.

all'offerta

Cucina regionale, che passione!

In Sudtirolo, terra di confine, spaghetti e canederli convivono in perfetta armonia.
I canederli: il ...

all'offerta

Aufguss: la magia del rituale detox che ha cambiato il modo di vivere la sauna

Tutti sappiamo cos’è la sauna e abbiamo, probabilmente, sentito parlare dell’Aufguss: un ritual ...

all'offerta

Primavera - la parola d’ordine è detossinarsi

Il tempo del divano è ormai giunto alla fine, le belle giornate ci invitano a uscire dal nostro ...

all'offerta

Autunno, la stagione del benessere: quando le giornate si accorciano, la voglia di benessere aumenta.

E per combattere la fiacchezza dell’autunno e disintossicare l’organismo basta un weekend.

all'offerta

Törggelen

Vino nuovo, i colori dell’estate indiana e le tradizioni vissute.

all'offerta

Giornnate dello Yogurt Vipiteno

L'altitudine della zona attorno a Vipiteno e il clima piuttosto rigido non sono mai stati ...

all'offerta

Inaugurazione delle giornate dello yogurt di Vipiteno

Gli amanti dello yogurt sono tutti attesi al parco comunale di Prati il 9 luglio.

all'offerta

Tradizionale Festa sotto le lanterne a Vipiteno

Ogni mercoledì fino al 23 agosto, le lanterne dell’amato party estivo illuminano nuovamente la zona ...

all'offerta

I mercati di Vipiteno

La primavera è la stagione dei mercati. A soli 15 km dall’Hotel Schneeberg vi attendono quelli ...

all'offerta

Mercatini di Natale, che passione!

Classico tra i classici, il Mercatino di Natale di Vipiteno

all'offerta
Torna all'Hotel Schneeberg